https://lh3.ggpht.com/nn0_2f2yehKR7fnMIZ0XrSWbC5Q0VPP7vNmLMV7ndNFinClynZRO4RBTGfbjVOs1fyA=w300        http://static.dnaindia.com/sites/default/files/2015/05/03/333140-facbook.jpg    

La Villa Comunale

Valutazione attuale:  / 9
ScarsoOttimo 

Il lungo giardino pubblico che separa la Riviera di Chiaia dal lungomare di via Caracciolo, e che dona verde e ombra alla passeggiata nei pressi del mare è denominato Villa comunale. La villa si estende tra la piazza della Repubblica e la piazza Vittoria, é attualmente recintata, con varchi di accesso laterali e l'ingresso principale in piazza Vittoria. La sua realizzazione risale al 1780 (ma fu poi ampliata e modificata più volte), per volere del re Ferdinando IV di Borbone che, ispirandosi alle "Tuilieres" parigine, volle per sé e per la nobiltà napoletana un luogo di passeggio, di ritrovo e di tranquillità: era vietato l'accesso al popolo, e i viali alberati vennero abbelliti da statue neoclassiche, tempietti, fontane, e da una splendida cassa armonica in ghisa e vetro. Il suo primo nucleo risale al 1697, quando il viceré duca di Medinacoeli fece piantare un doppio filare di alberi abbellito da 13 fontane, indirizzando lungo la Riviera una prima idea di passeggiata. Nel 1778-80 l'area fu convertita in un vero e proprio giardino, per volontà di Ferdinando IV di Borbone e per opera di Carlo Vanvitelli, figlio del più noto Luigi. All'interno della villa si trovano vari edifici, di cui i principali sono il Circolo della Stampa e la stazione zoologica Anton Dohrn, che ospita l'Acquario più antico d'Europa. Oggi la villa è stata riportata agli antichi splendori, dopo l'abbandono e il degrado degli anni '70 e '80: con importanti lavori di recupero si è rinnovata la pavimentazione, sono stati costruiti quattro chioschi, sono state restaurate le statue e gli arredi, è stato creato un impianto di illuminazione, ed è stata ripristinata la cancellata, al fine di preservare i giardini dal degrado e renderne più sicura la frequentazione.


 

Orari di apertura:
 
dall’1 novembre al 30 aprile dalle ore 7:00 alle ore 22:00
dall’1 maggio al 31 ottobre dalle ore 7:00 alle ore 24:00
 

Biglietto:
Ingresso libero
 

Contatti:

 

Tel.: 081 795 3614, 0817953652, 08128179551