https://lh3.ggpht.com/nn0_2f2yehKR7fnMIZ0XrSWbC5Q0VPP7vNmLMV7ndNFinClynZRO4RBTGfbjVOs1fyA=w300        http://static.dnaindia.com/sites/default/files/2015/05/03/333140-facbook.jpg    

Tomba di Virgilio

Valutazione attuale:  / 9
ScarsoOttimo 

Nel monumento funerario romano posto presso l'ingresso della Crypta neapolitana, in posizione elevata rispetto all'antico livello stradale, la tradizione popolare indica da secoli il mausoleo del celebre poeta. L'identificazione era già nota al Petrarca, ma successivamente fu oggetto di controversie erudite che portarono a formulare numerosi dubbi circa la veridicità della tradizione antica. In particolare, la notizia riportata dal grammatico Donato (V sec. d. C.), commentatore delle opere di Virgilio, secondo la quale il poeta fu sepolto al II miglio della Via Puteolana, ha fatto pensare che la sua tomba dovesse trovarsi in posizione molto più arretrata, nell'odierna zona di Chiaia. La sua tomba fu un vero e proprio luogo di culto raggiungibile, nonostante la posizione impervia, attraverso una stretta scalinata scavata nel tufo che si trova all'imboccatura della Crypta Neapolitana, una galleria costruita in epoca romana che collegava Neapolis con la zona flegrea. In base alle conoscenze attuali, l'attribuzione del mausoleo a Virgilio non può trovare sicure conferme o smentite. E' comunque certo che la tomba, per la particolare posizione in cui sorgeva, eretta su un tumulo nelle immediate vicinanze della Crypta Neapolitana, doveva appartenere a un personaggio o a una famiglia legati da significativi vincoli civili o religiosi alla città di Neapolis. La tomba, interamente realizzata in opera cementizia con paramento in reticolato, è a pianta quadrata e sormontata da un tamburo cilindrico. Nella volta a botte della camera funeraria si aprono due bocche di lupo per l'illuminazione interna; le pareti presentano dieci nicchie destinate ad accogliere le urne cinerarie, depredate in antico, mentre il tripode di bronzo che campeggia al centro dell'ambiente è stato aggiunto in età moderna. Da notare che l'attuale accesso al sepolcro è frutto di uno sfondamento posteriore (che ha forse distrutto un'undicesima nicchia): l'ingresso originario, oggi murato, si apriva infatti sul lato opposto, verso la strada antica.


 

Indirizzo: Salita della Grotta, 80122 Napoli
 
Orari di apertura:
10.00 – 14.50 (orario invernale dal 16 ottobre al 15 aprile)
09.00 – 19.00 (orario estivo dal 16 aprile al 15 ottobre)
chiuso il martedì

Prezzo biglietti:
Ingresso libero

Contatti:
Tel: 081669390